Verified Commit 454bafb5 authored by Lorenzo Prosseda's avatar Lorenzo Prosseda
Browse files

Updated README and re-factored about index and history pages

parent 2d4381c1
......@@ -89,19 +89,27 @@ A sample post is available at `/1970-01-01-sample_post`. View it in the website
## Local preview (i.e. to see posts before commiting)
Please read the notes below first!
You need `docker`:
```bash
docker run --rm --volume="$PWD:/srv/jekyll" -p 4000:4000 -it jekyll/jekyll jekyll serve --incremental
```
You can also run the container with `podman`:
```bash
podman run --rm --volume="$PWD:/srv/jekyll:z" -p 4000:4000 -e JEKYLL_UID=48 -e JEKYLL_GID=48 -it jekyll/jekyll jekyll serve --incremental
```
Site preview will be available at [localhost:4000](http://localhost:4000).
**Note:** the BITS button may not work when running locally.
**Note:** images from old posts will not display as they're not included in the repository.
**Note:** you have to init submodule
**Note:** you have to init submodule (`git submodule update --init`)
## Preview on GitLab Pages
......
---
layout: page
title: Storia
---
<p style="text-align: justify;">La nostra avventura nasce circa dieci anni fa grazie alla passione di un gruppo di studenti del Politecnico assidui frequentatori di una chat&nbsp; chiamata #polimi sulla rete IRCnet. Allora, ricordo che parliamo ormai di 10 anni fa, le persone che usavano linux o semplicemente un'alternativa a windows si contavano sulle dita di una mano.</p>
<p style="text-align: justify;">Fondare un Open unix Group non era cosa semplice specie quando ci si doveva scontrare con la burocrazia dell'universit&agrave; (cosa che succede anche ai giorni nostri).... E cos&igrave; dopo la prima riunione in Ottobre del 2001 presso il centro di calcolo, le raccolte firme, le lettere a docenti e studenti, il primissimo statuto prendeva pian piano vita il progetto POuL.</p>
<p style="text-align: justify;">Alcuni, con cui ho avuto modo di parlare recentemente, ricordano ancora le prime discussioni sul nome da assegnare al neonato gruppo. Infatti come accade per ogni realt&agrave; nascente il primo quesito che i fondatori si posero fu: "E adesso come ci chiamiamo?"</p>
<p style="text-align: justify;">La soluzione fu trovata nell'acronimo POuL (Politecnico Open unix Labs) dove come potete notare la u di unix &egrave; in minuscolo per espirmere una classe di sistemi operativi (unix based qundi non solo GNU/Linux) e non il marchio Unix registrato ancora oggi dalla Unix Systems (marchi registrati commerciali please no!).</p>
<p style="text-align: justify;">Tanto per darvi un idea generale sulle macchine con cui lavoravano i primi soci vi dico che si trattavano di alcuni modelli della apple e alcuni calcolatori con pII. Preistoria dell'informatica? Si. Il film Hackers era appena uscito nelle sale e qualcuno per riverderlo pi&ugrave; volte saltava le lezioni... Non facciamo nomi ok?</p>
<p style="text-align: justify;">La prima attivit&agrave; culturale, se cos&igrave; si pu&ograve; chiamare fu il primo corso su Latex tenuto da Luciano Checchinato (in quel tempo new entry del Poul) e Marco Buschini in collaborazione con il prof Crespi. Quel corso costitu&igrave; la prima pietra miliare di una lunga serie di eventi rivolti a studenti quali il <a href="/attivita/giornalinux">Giornalinux</a>, <a href="http://www.poul.org/node/13">la Giornata sulle Libert&agrave; Digitali</a>, <a href="http://www.poul.org/node/12">il Workshop sulla Sicurezza Informatica</a>, eventi che ancora oggi riproponiamo e che suscitano ancora la partecipazione di moltissimi allievi (come testimoniano le foto sul nostro nuovo sito).</p>
<p style="text-align: justify;">Come so tutte queste informazioni? E' un segreto diciamo solo che google tiene sempre traccia del passato... Se volete conoscerci meglio l'invito &egrave; sempre aperto a venirci a trovare presso la nostra <a href="/hq">sede</a>.</p>
<p>Vi aspettiamo</p>
---
layout: page
title: Storia
---
<style>
.content p {
text-align: justify;
text-justify: inter-word;
}
</style>
La nostra avventura nasce circa dieci anni fa grazie alla passione di un gruppo di studenti del Politecnico assidui frequentatori di una chat&nbsp; chiamata #polimi sulla rete IRCnet. Allora, ricordo che parliamo ormai di 10 anni fa, le persone che usavano linux o semplicemente un'alternativa a windows si contavano sulle dita di una mano.
Fondare un Open unix Group non era cosa semplice specie quando ci si doveva scontrare con la burocrazia dell'universit&agrave; (cosa che succede anche ai giorni nostri).... E cos&igrave; dopo la prima riunione in Ottobre del 2001 presso il centro di calcolo, le raccolte firme, le lettere a docenti e studenti, il primissimo statuto prendeva pian piano vita il progetto POuL.
Alcuni, con cui ho avuto modo di parlare recentemente, ricordano ancora le prime discussioni sul nome da assegnare al neonato gruppo. Infatti come accade per ogni realt&agrave; nascente il primo quesito che i fondatori si posero fu: "E adesso come ci chiamiamo?"
La soluzione fu trovata nell'acronimo POuL (Politecnico Open unix Labs) dove come potete notare la u di unix &egrave; in minuscolo per espirmere una classe di sistemi operativi (unix based qundi non solo GNU/Linux) e non il marchio Unix registrato ancora oggi dalla Unix Systems (marchi registrati commerciali please no!).
Tanto per darvi un idea generale sulle macchine con cui lavoravano i primi soci vi dico che si trattavano di alcuni modelli della apple e alcuni calcolatori con pII. Preistoria dell'informatica? Si. Il film Hackers era appena uscito nelle sale e qualcuno per riverderlo pi&ugrave; volte saltava le lezioni... Non facciamo nomi ok?
La prima attivit&agrave; culturale, se cos&igrave; si pu&ograve; chiamare fu il primo corso su Latex tenuto da Luciano Checchinato (in quel tempo new entry del Poul) e Marco Buschini in collaborazione con il prof Crespi. Quel corso costitu&igrave; la prima pietra miliare di una lunga serie di eventi rivolti a studenti quali il <a href="/attivita/giornalinux">Giornalinux</a>, <a href="http://www.poul.org/node/13">la Giornata sulle Libert&agrave; Digitali</a>, <a href="http://www.poul.org/node/12">il Workshop sulla Sicurezza Informatica</a>, eventi che ancora oggi riproponiamo e che suscitano ancora la partecipazione di moltissimi allievi (come testimoniano le foto sul nostro nuovo sito).
Come so tutte queste informazioni? E' un segreto diciamo solo che google tiene sempre traccia del passato... Se volete conoscerci meglio l'invito &egrave; sempre aperto a venirci a trovare presso la nostra <a href="/hq">sede</a>.
Vi aspettiamo.
---
layout: page
title: About
---
<p style="font-weight: 600">
POuL (Politecnico Open unix Labs) is a free and non-profit Politecnico di Milano students association.
</p>
<p>Established in December 2001 by ten founders, the association has the following goals:</p>
<ul>
<li>Contribute to the development of the Free and Open Source Software (FOSS) and of the Open Formats</li>
<li>Promote the use of FOSS applications into the University system instead of their proprietary counterparts</li>
<li>Organize conferences, workshops and other events to promote the principles of the Association, and to foster new ideas</li>
<li>Publish written content to share knowledge to the worldwide FOSS community</li>
<li>Encourage communication with other organizations that share our principles, to build a better world together</li>
<li>Keep growing a culture which favours direct experience, freedom of information, meritocracy, and rejection for any form of authoritarianism or discrimination based on race, colour, gender, sexual orientation, religion and social class</li>
</ul>
<p><span style="font-weight: 600; margin-top: 2em; display:block">Further information:</span></p>
<ul>
<li><a href="{{ '/about/statute/' | prepend: site.baseurl }}">Statute (italian)</a></li>
<li><a href="{{ '/about/history/' | prepend: site.baseurl }}">History (italian)</a></li>
</ul>
---
layout: page
title: About
---
#### POuL (Politecnico Open unix Labs) is a free and non-profit Politecnico di Milano students association.
Established in December 2001 by ten founders, the association has the following goals:
- Contribute to the development of the Free and Open Source Software (FOSS) and of the Open Formats
- Promote the use of FOSS applications into the University system instead of their proprietary counterparts
- Organize conferences, workshops and other events to promote the principles of the Association, and to foster new ideas
- Publish written content to share knowledge to the worldwide FOSS community
- Encourage communication with other organizations that share our principles, to build a better world together
- Keep growing a culture which favours direct experience, freedom of information, meritocracy, and rejection for any form of authoritarianism or discrimination based on race, colour, gender, sexual orientation, religion and social class
##### Further information:
- <a href="{{ '/about/statute/' | prepend: site.baseurl }}">Statute (italian)</a>
- <a href="{{ '/about/history/' | prepend: site.baseurl }}">History (italian)</a>
Markdown is supported
0% or .
You are about to add 0 people to the discussion. Proceed with caution.
Finish editing this message first!
Please register or to comment